Web Appreciation Society

Questo è il nome del mio ennesimo nuovo blog sull’ennesima nuova piattaforma.
E prima che ve lo chiediate, gli altri n-1 blog non ci sono perché non ne ho mai portati avanti nessuno. Ma sono molto bravo ad iniziarli.
Però, hai visto mai che questa sia la volta buona?

Almeno questa volta il nome è bello. Voglio dire, non che non lo fossero le altre volte ma erano masturbatori, inani, mammole. Insomma erano autoreferenziali, mi piacevano perché suonavano bene o perché avevano un criptico significato che solo i miei lettori più acuti avrebbero colto. Con questi ultimi sventurati ma acuti lettori m’immaginavo intrattenere interessantissime discussioni, un post dopo l’altro.
L’importante, immaginavo, era essere il piccolo centro caldo (e acuto) del mondo.

Ma torno al nome. Questa volta significa qualcosa di semplice e diretto (sì sì è scritto in inglese e con delle parole ricercate), suggerisce un’azione, un intento o per lo meno un’attività.
È già qualcosa.
Anzi, per quanto mi riguarda è moltissimo.
Perché il cervello si mette già in un direzione, quando fa sedere il culo davanti al computer per scrivere un articolo.
Pardon.
Non UN articolo ma il PRIMO articolo.
Già, che poi quell’idea che mi viene tutte le volte di andare a vedere QUALE DIAVOLO È IL PRIMO ARTICOLO dei blog che leggo non l’ho mai messa in pratica e quindi avere una direzione già stabilita è un vantaggio evolutivo.

Quindi, da qualcosa a moltissimo. Ma non solo. Il nome è un intento e per di più veritiero. Perché è quello che faccio ogni giorno con piacere: stupirmi con gioia di fronte a un uso nuovo (e magari intelligente) di un frammento di codice che ho immagazzinato nel cervello da (praticamente) sempre. Se lo scopro da me, godo per quasi tutta la settimana a venire. Se lo leggo su un articolo scritto da un altro sviluppatore ne cavo endorfine sufficienti a levitare felice per mezza giornata.

Quindi quale modo migliore per provare a scrivere questo primo articolo?

P.S.
La piattaforma è Ghost e sembra interessante.
Sì, esatto, proprio come tutte le altre volte.

Matteo Nicoletti

Web design, fotografia, sperimentazioni e altri accidenti. Specialmente altri accidenti.

Firenze, Italia http://kaosmos.it

Subscribe to Web Appreciation Society

Get the latest posts delivered right to your inbox.

or subscribe via RSS with Feedly!